Meeting in Japan

Paulette Hotteterre mi ha mandato una nuova foto realizzata durante un meeting nel lontano Giappone. La tecnica utilizzata ricorda un po’ certi film/cartoni animati coreani. Curioso il confronto tra il vestito dei delegati occidentali e quello della signora giapponese. Grazie Paulette: Meeting in Japan

2013-11-24 00.23.19

Annunci

Roma ladrona, Roma cafona (14)

Che altro dire su questa città abbandonata a se stessa? Se la gente amasse Roma certe cose non si vedrebbero. Però qui abbiamo abitanti, obbligati a star qui per ragioni di lavoro, che non curano affatto il destino della città. Oppure c’è qualcosa di endemico? Monteverde vecchio, giovedì mattina

20131128-121123.jpg

A Stoic Week

Dalla mezzanotte di oggi è iniziata la “Settimana stoica”, la Stoic Week 2013. Può la filosofia stoica aiutarci a vivere meglio e più felici? Si chiedono gli organizzatori. Vediamo un po’. Try it and the send me your opinion. Forse si può iniziare anche un po’ in ritardo. Qui c’è già qualcosa di interessante:

Comunque sul sito dell’iniziativa Stoic Week 2013 è spiegato tutto. Chi è a Londra potrà partecipare all’evento del 30 novembre. Qui c’è il programma.

Varsavia

Una città che è piena di luoghi chopiniani. Ma la città è tutt’altro che ferma al passato. Una settimana di festival è stata dedicata a Penderecki (tornerò a parlarne nei prossimi giorni). Indimenticabile e purtroppo impensabile dalle nostre parti. Qui sì che siamo fermi a un passato sempre più remoto.

20131124-205946.jpg

In ospedale

In questo momento di sofferenza per alcuni così vicini a noi, ho pensato di pubblicare la mia foto dal titolo semplice: In ospedale. Non voglio commentarla.

ospedale

Books: La trama del matrimonio

Avrei voluto parlare a fondo del libro “La trama del matrimonio” di Jeffrey Eugenides. L’ambientazione, anzi le ambientazioni, tra Providence, Parigi e l’India sono accattivanti e ben studiate. Si vede che i luoghi citati sono ben noti all’autore. Il libro è molto ben scritto da Eugenides, che non ha certo bisogno della mia presentazione. Però stavolta l’autore non convince come aveva fatto in Middlesex. Mi piacerebbe sapere che ne pensa qualcuno dei lettori di questo blog. Lo avevo scritto a proposito di altri scrittori e lo ripeto come uno slogan: la scrittura creativa rovina l’inventiva. Sarà un caso ma molti dei romanzi che mi hanno deluso ultimamente sono stati scritti da insegnanti di scrittura creativa. Se scrivere è solo un piacere per lo scrittore, diventa solo un esercizio di stile. Stucchevole. Ne “La trama del matrimonio” la vicenda costruita all’inizio viene tenuta in vita con l’ossigeno di nuovi scenari e descrizioni che aumentano il numero di pagine del libro senza alcuna necessità e sembrano servire solo a procrastinare il prevedibilissimo e già annunciato finale. Tutto sembra costruito a tavolino, a partire dal duello Roland Barthes vs Jane Austen. Le dinamiche mentali dello scrittore allora diventano prevedibili come certe produzioni televisive. Belle, lo ripeto, le descrizioni dei luoghi. Troppo poco per un vincitore del Pulitzer, sia pure 2003.

Eugenides_light

Lunedì si studia

O quantomeno si prova ad imparare. Anche con questo lungo video dedicato a Karlheinz Stockhausen.

Roma ladrona, Roma cafona (13)

Stavolta risparmio la foto dell’ennesimo cassonetto con attorno il fascio di spazzatura. Voglio solo ricordare che non serve una laurea per capire che nel cassonetto della carta bisogna buttare solo la carta e non la plastica. Chi trasporta la carta in una busta di plastica getti il contenuto nel cassonetto per la carta e la busta in quello della plastica. Concetto semplice per tutti meno che per la capitale di cafonia. Povera Roma in mano ai barbari, che non vengono da fuori ma ci abitano.

Lettera alla Virtus Roma

Cara Virtus Roma, è ancora presto per fare bilanci. Però le prestazioni delle ultime partite stanno distruggendo quello che di buono era stato costruito l’anno scorso. Ieri sera abbiamo toccato il fondo? Iniziare da +11 e finire -10 (solo perché alla fine ci hanno lasciato fare, sennò erano -20) è conseguente al (non) gioco espresso in questo inizio di stagione. Non è un caso. Giochiamo praticamente senza un centro, anche se per il sito della Virtus Mbakwe è un centro di grande esplosività e un eccellente rimbalzista. Mentre Eziukwu è un centro dotato di importanti capacità difensive e a rimbalzo. A noi che non capiamo nulla sembra che il primo sbagli lo sbagliabile e il secondo sia sempre fuori posizione, dentro o fuori dal pitturato, inversamente a ciò che servirebbe. Il conto dei rimbalzi alla fine di ogni partita è impietoso. Ieri sera era evidente che mancavano la concentrazione, la voglia, la determinazione per giocare. Il lavoro del coach. Forse Dalmonte a Roma dovrebbe imparare più che insegnare. L’anno scorso la squadra entusiasmava anche quando perdeva. E sono riuscito a far innamorare del basket persone che non ne sapevano nulla. Ora mi guardano con fare interrogativo. Molti hanno smesso di guardare la Virtus dopo la gestione Gentile. Cerchiamo di proseguire sull’onda dell’entusiasmo calvaniano? Buon lavoro. Forza Virtus Roma.