Breve riflessione

Una ragazza fuori da un negozio. In una mano la sigaretta, nell’altra uno smartphone. Le dita si muovono agili. L’attenzione è rivolta alla chat. Intorno nulla esiste più. Non importa se si è al centro o in periferia. Il mondo è dentro al telefonino. La confusione tra reale e virtuale: se fuggo dal vero è perché non mi piace o perché non riesco a cambiare il mondo? Whatsup e Facebook hanno sostituito la letteratura?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...