Spray

#Spray @marcodibattista Un flauto barocco mi guida sugli antichi camminamenti ma antenne e rifiuti rendono colpevole l’ebbrezza del passato

Annunci

Spray

Spray è un progetto nato per raccontare e raccontarsi nell’arco di un solo tweet. Penso che ad Achille Campanile sarebbe piaciuto. E a voi? Fatemi sapere: qui, su Twitter, o dove volete

La sindrome di Catone

Un ascoltatore manda un sms dicendo che l’interprete che sta andando in onda fa schifo. Un pianista valuta l’operato di un’antropologa. Un bambina dice che secondo lei Matisse non è granché. E’ assodato che la nostra società ha distrutto il concetto di auctoritas e mette sullo stesso piano il parere di dilettanti e professionisti, esperti e ignoranti. I social network hanno ereditato questa realtà dal mondo della televisione  e poi l’hanno esaltata visto che la preoccupazione dei numeri dell’audience si è trasformata in quella per i click, mi piace ecc. In Italia -questa è la realtà che conosco meglio- ciò che è insopportabile è che tutto avvenga come in una riunione di condominio, in cui ciascuno esalta se stesso, anche in maniera ridicola, senza ascoltare gli altri. Soprattutto, sprecando il proprio tempo nel voler alzare o abbassare il proprio pollice sentendosi giudici di tutto e tutti. Mai trovo la volontà di confronto e di conoscenza, il rispetto di idee diverse dalle nostre, della persona umana. Da Guelfi contro Ghibellini, grazie al senso di onnipotenza dei mi piace di facebook, siamo diventati censori. Questo è uno stronzo, l’altro è un fascista. La sindrome di Catone

Homeworks

Oggi propongo un compito a casa. Leggiamo una poesia e dedichiamo 20 minuti della giornata alla ginnastica culturale

Today I am giving you homeworks. Let’s read a poem and dedicate 20 minutes of our day to the cultural gym

Bernardo Pasquini in Roma

Il monumento funebre a Bernardo Pasquini si trova nella chiesa di San Lorenzo in Lucina. Scopriamo l’arte ma anche la musica che ha fatto la storia della città.

Bernardo Pasquini

Roma ladrona, Roma cafona (32)

A volte a Roma la realtà supera la fantasia. Non è la prima volta che il sotware dell’Atac mostra le proprie qualità. Questa però ve la faccio vedere. E mentre ancora non si riesce ad avere un sistema gps su TUTTI i mezzi pubblici, l’acronimo sembrerebbe significare Andate Tutti A Casa

Atac