Exoticism

Exoticism presents an idea of the East taken from the imaginary story of a stranger met in a restaurant

Annunci

Meeting in Japan

Paulette Hotteterre mi ha mandato una nuova foto realizzata durante un meeting nel lontano Giappone. La tecnica utilizzata ricorda un po’ certi film/cartoni animati coreani. Curioso il confronto tra il vestito dei delegati occidentali e quello della signora giapponese. Grazie Paulette: Meeting in Japan

2013-11-24 00.23.19

A Stoic Week

Dalla mezzanotte di oggi è iniziata la “Settimana stoica”, la Stoic Week 2013. Può la filosofia stoica aiutarci a vivere meglio e più felici? Si chiedono gli organizzatori. Vediamo un po’. Try it and the send me your opinion. Forse si può iniziare anche un po’ in ritardo. Qui c’è già qualcosa di interessante:

Comunque sul sito dell’iniziativa Stoic Week 2013 è spiegato tutto. Chi è a Londra potrà partecipare all’evento del 30 novembre. Qui c’è il programma.

Gesù Resta Mio Amico

Una versione particolare davvero di Jesus bleibet meine Freude di Johann Sebastian Bach. Oggi arte e design vanno a braccetto e si sfruttano a vicenda. Interessante a tal proposito è l’esperienza giapponese come nel caso di Morihiro Harano. L’artista-pubblicitario-designer sarà ospite a MIlano di Meet the Media Guru. Sul comunicato leggiamo che

Morihiro Harano è un creativo giapponese, un “artigiano digitale” che, nei suoi lavori, punta a unire la matrice classica della pubblicità con le più recenti evoluzioni dei linguaggi mediali: i social media, lo storytelling, le tecnologie mobile.

Prima di fondare Party – che non vuole definire agenzia pubblicitaria ma piuttosto un “creative lab” – è stato co-fondatore a Tokyo di Drill, agenzia con cui ha realizzato uno dei suoi spot più apprezzati in rete e più premiati a livello internazionale. Con “Xylophone”, realizzato per NTT DoCoMo, vince nel 2011 il “Gold Lion” al Cannes Lions International Festival of Creativity.

La scuola verde

A Bali esiste una Green School, che vuole essere “la scuola più verde della terra”.

Our vision is of a natural, holistic, student-centered learning environment that empowers and inspires our students to be creative, innovative, green leaders.

E’ quello che si legge sul sito della scuola. Mi piace molto l’idea di una scuola che sforna “Green leaders”. L’impegno a vivere in maniera ecosostenibile non può non essere di tutti. Per vivere meglio. Tutti. Le immagini della struttura, anche dal punto di vista architettonico, sono davvero splendide.

yes

Un po’ di silenzio

Qualcuno mi ha chiesto come mai io sia un patito del silenzio. E’ semplice. Per ascoltare la musica, per ascoltare tout court, bisogna prima ascoltare il silenzio. Fare i conti con esso. Ecco una canzonetta che ci richiama un po’ al trascendente, distrutto dalla mania per l’immanente che ci circonda. Era il 1988.

Ogni biblioteca è Babele

Accontento (forse) una persona che mi ha scritto condividendo il link che segue. A lei ha fatto pensare alla Biblioteca di Babele di borgesiana memoria. Io vorrei sottolineare la fisicità di questo progetto. Senza scrivanie e sedie, a contatto con il legno e con i libri. Costruito quasi a ricostruire l’ecosistema che circonda l’edificio. Continuità fra dentro e fuori. I libri come elemento naturale della nostra vita. Le stagioni entrano nella biblioteca con la loro luce differente, i colori cangianti. Libri contenuti nel grande libro che ingloba tutti noi.

India vs Great Britain

L’8 novembre 2004 ero a Londra. In quei giorni la comunità indiana festeggiava non ricordo più cosa e Trafalgar Square era piena di simboli e rappresentazioni Indù. Non sapevo che pochi anni dopo sarei tornato più volte in India, non resistendo al fascino che quella terra evoca in me. In questa foto mi piace il contrasto tra i colori di Ganesh e il grigio dello sfondo londinese. Un contrasto che trovo nel modo di condurre la vita: colore, un po’ di fatalismo e amore per la vita da una parte; grigiore, rigida programmazione per la produzione e taedium vitae dall’altra.

 

Tre versi (08)

Il sangue sgorgava dalla ferita
Come un arabesco sulla tua mano
Tu. Io. Senza dolore né paura

Video for the fall season

Un video da vedere a tutto schermo e pensare all’autunno. Arrivato.
A video that you have to play on full screen to think about autumn. Just arrived.