Unseen

Si intitola Unseen / Non visti la mostra che il Museo di Roma in Trastevere propone fino al 26 maggio. Come è scritto sulla presentazione,  Quattro fotografi, Jutta Benzenberg (Germania), Andrei Liankevich (Bielorussia), Livio Senigalliesi(Italia) e Mila Teshaieva (Ucraina), sono andati nelle zone rurali e nei piccoli centri dell’Albania, nella vasta palude della Polesia in Bielorussia, nella Sassonia-Anhalt nell’ex Germania dell’Est e nell’area carbonifera italiana del Sulcis in Sardegna e ne hanno raccontato il nucleo più interno e vulnerabile, quello familiare. L’esposizione, curata da Gabi Scardi, ideata e prodotta dal Goethe-Institut con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura, sarà a Minsk nel mese di settembre e, subito dopo, a Tirana. A inizio 2020, ultima tappa a Halle presso la Kunststiftung des Sachsen-Anhalts (Fondazione per l’arte della Sassonia-Anhalt). La cosa più bella è che questa Europa nascosta e questa gente dimenticata dai media e dai social ci fa sentire più europei, ci avvicina alle nostre radici comuni. Ecco un paio di scatti che ho fatto all’inaugurazione

Annunci

Ancora Cage

Dal comunicato stampa:

La seconda giornata di The Cage after – il progetto internazionale dedicato a Cage in programma dal 18 al 24 novembre a Roma e Venezia che vede coinvolte numerose istituzioni italiane e straniere -, dà appuntamento all’Archivio della Fondazione Isabella Scelsi (via S. Teodoro 8, Roma) lunedì 19 novembre alle ore 18 per la conferenza multimediale di Marco Gazzano (professore dell’Università degli Studi di Roma Tre) dal titolo “John Cage e l’immagine elettronica”. Gazzano farà una introduzione alla musica dell’artista americano supportata da documenti audio e video, con particolare attenzione al rapporto fra Cage e le arti elettroniche, e presenterà il film di Peter Greenaway Four American Composers (1983), documentario che ha ritratto quattro grandi compositori americani: oltre John Cage, Meredith Monk, Philip Glass e Robert Ashley.

“The Cage after” è promosso da Fondazione Isabella Scelsi, Federazione Cemat, Goethe Institut Rom, Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi, Nuova Consonanza e Fondazione Giorgio Cini di Venezia, con la collaborazione di numerose istituzioni italiane e straniere. Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha conferito al Progetto “The Cage after” una propria medaglia di rappresentanza.

Anticipazione: