Addio Cinestar

Chiude a Berlino la multisala Cinestar, simbolo della Potsdamerplatz. E’ il fallimento di un progetto architettonico ma soprattutto l’indicatore del fallimento della socialità del Vecchio Continente. L’Europa è nuda allo specchio. I modelli americani che ci hanno bombardato dal secondo Dopoguerra ad oggi hanno definitivamente modificato la cultura e il modo di vivere degli europei. L’home video, Netflix, la rete, l’industria discografica e quella cinematografica: dal piacere della socialità siamo passati alla fruizione solitaria, dalla condivisione reale a quella virtuale. Vediamo le stesse cose ma ciascuno per conto proprio e al massimo le condividiamo sui social, chiusi nel nostro salone, studio, sgabuzzino. Non ci si arricchisce con la dialettica ma ci si appiattisce con il consenso. (continua, ho paura…)

Annunci

Diario trasteverino

Ieri sera in piazza San Cosimato abbiamo visto (o rivisto) “Il conformista” di Bernardo Bertolucci. Il film, oltre ad avere un cast stellare (tra gli altri Jean-Louis Trintignant, Stefania Sandrelli, Gastone Moschin, Dominique Sanda) ha dimostrato la propria assoluta attualità nonostante sia stato girato nel 1970 e ricavato dall’omonimo libro di Alberto Moravia, pubblicato nel 1951. Grazie ai ragazzi del Cinema America per l’iniziativa del Cinema in Piazza: la qualità dei film e le scelte delle retrospettive ne fanno qualcosa di ben diverso delle pur adorabili arene estive

People @Palazzo Grassi 2

Visitors at La Pelle – Luc Tuymans. The Magic Portrait. The exhibition in Palazzo Grassi will end in January 2020. As usual I love to shot photo with visitors and artworks

People @Palazzo Grassi 1

Visitors at La Pelle – Luc Tuymans. 2017/2019. The exhibition in Palazzo Grassi will end in January 2020. As usual I love to shot photo with visitors and artworks. To be continued

2017-2019

Towards the International Day in memory of the victims of the Holocaust

The theme of the Holocaust remembrance and education activities this year is “Holocaust Remembrance: Demand and Defend Your Human Rights”. This theme encourages youth to learn from the lessons of the Holocaust, act against discrimination and defend democratic values in their communities, at a time when the spread of Neo-Nazism and hate groups fuels the rising antisemitism and other forms of hatred around the world. The theme highlights the 70th anniversary of the Universal Declaration of Human Rights and the Convention on the Prevention and Punishment of the Crime of Genocide

Verso la Giornata della Memoria – 27 Gennaio

1938: l’umanità negata – Dalle leggi razziali italiane ad Auschwitz è il titolo della mostra interattiva promossa dalla Presidenza della Repubblica con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e la Fondazione Memoriale della Shoah di Milano Onlus, in occasione dell’ottantesimo anniversario delle Leggi razziali. La mostra, prorogata fino al 10 febbraio e progettata da Paco Lanciano con l’ausilio di tecnologie immersive e multimediali e con documenti originali “parlanti”, ripercorre il viaggio di una famiglia ebrea dalla discriminazione razziale all’abisso di Auschwitz.    Il percorso espositivo, della durata di circa 45 minuti, è stato realizzato in collaborazione con Istituto Luce, Enciclopedia Italiana e Rai Cultura. La visita si snoda attraverso le sale della Palazzina Gregoriana. Una foto dalla mostra: