Intervista – Interview

Mi piace questo modo di intervistare gli artisti! Vorrei poterlo fare con i serissimi musicisti. Difficle trovarne qualcuno disposto a mettersi in gioco. Forse ho conosciuto Mauricio Kagel quando era troppo grande per queste cose. Forse anche io dovrei esserlo… Provocare i provocatori, ma ponendo domande intelligenti. Non facendo spazzatura in stile televisivo.
I like this way of making interview to artists. I wish I could do the same with musicians but they are too serious for that stuff. It is difficult to find someone disposed to get involved. Maybe I met Mauricio Kagel too late. He was too old. Maybe I should be old too… I wish provoke provocative people, but with good questions. Not like the garbage we watch in tv.

Fruitori dell’arte: attivi o passivi?

Taro Izumi è un artista giapponese che abbiamo potuto ammirare a Palazzo Grassi a Venezia (La voce delle immagini, fino al 13 gennaio 2013). Lo spettatore si ritrova coinvolto nelle sue installazioni. Gli elementi sono sempre molto semplici e colorati, quasi a voler incoraggiare le persone a stare al gioco, a “praticare” l’opera d’arte.
Ecco un piccolo esempio da una mostra che il trentaseienne ha tenuto in Giappone nel 2010

Is there a reason for Eternity?

Nakasora: The Reason of Eternity is the name of the exhibition by Miyanaga Aiko. You can visit it till December 24th at the National Museum of Art in Osaka, Japan. We live today for here and now. It is beautiful to know someone asking if there is the Eternity waiting for us. ..In archaic Japanese, the word “nakazora” was used to suggest a restless, indecisive state of mind..