Goodbye Summer

Annunci

No all’imposizione del canone Rai

Cari signori, io non posseggo una televisione. Non ascolto Radio Rai. Ho diversi device elettronici con i quali mi collego a internet. Non mi collego mai ai siti della Rai. Cento euro a fondo perduto proprio non ci sto a tirarli fuori. Bloccate l’ip della Rai e consentite la visione -e l’ascolto- solo a chi ha pagato il canone. Io campo benissimo, da tanto, senza la Rai.

La Rai e il basket

Ieri sera ho visto un pezzo di partita su Raisport. Ho dovuto togliere l’audio. E’ impossibile seguire una partita che va avanti punto a punto con: il “Coachmichelini” (che va pronunciato tutto attaccato evidentemente) che usa un tono da festa del tartufo quantèbravo quantèbello questoèilbasket; l’altro, non ricordo il nome, che rappa numeri senza senso per tutta la partita a prescindere da quello che sta succedendo in campo e usando una fastidiosa cantilena che un professionista non dovrebbe mai avere.

Ricordo di infanzia

Un ricordo personale. Una delle sigle della tv dei ragazzi. Quella che più di tutte mi faceva sentire grande. Una vita fa. Da parecchi anni non ho più la televisione in casa, decisione rafforzata se mi capita di dare uno sguardo ai palinsesti. Ma allora, negli anni Settanta, quelli della creatività e del terrorismo, delle botte e del pacifismo…

(Mi spiace per il finale tronco)