Unseen

Si intitola Unseen / Non visti la mostra che il Museo di Roma in Trastevere propone fino al 26 maggio. Come è scritto sulla presentazione,  Quattro fotografi, Jutta Benzenberg (Germania), Andrei Liankevich (Bielorussia), Livio Senigalliesi(Italia) e Mila Teshaieva (Ucraina), sono andati nelle zone rurali e nei piccoli centri dell’Albania, nella vasta palude della Polesia in Bielorussia, nella Sassonia-Anhalt nell’ex Germania dell’Est e nell’area carbonifera italiana del Sulcis in Sardegna e ne hanno raccontato il nucleo più interno e vulnerabile, quello familiare. L’esposizione, curata da Gabi Scardi, ideata e prodotta dal Goethe-Institut con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura, sarà a Minsk nel mese di settembre e, subito dopo, a Tirana. A inizio 2020, ultima tappa a Halle presso la Kunststiftung des Sachsen-Anhalts (Fondazione per l’arte della Sassonia-Anhalt). La cosa più bella è che questa Europa nascosta e questa gente dimenticata dai media e dai social ci fa sentire più europei, ci avvicina alle nostre radici comuni. Ecco un paio di scatti che ho fatto all’inaugurazione

Annunci

L’ombra della luce

L’ombra della luce or The Shadow of Light. And again a question for you: do you prefer colour or black and white version?

Roma sparita

Roma sparita è uno stato d’animo più che una foto. Roma sparita is a state of mind rather than a picture

Ospedale Ospitale

Il chiostro medievale dell’ospedale Regina Margherita è il cuore di Trastevere. Al pomeriggio lo troviamo pieno di mamme e bambini che giocano. La storia li incornicia e i pazienti si sentono parte di una umanità e non dimenticati. Una perla tra le tante che, nonostante tutto, offre la città di Roma

Face

Wondering in Trastevere, walking and dreaming, thinking and shooting. A Face on a shutter