Street art or not?

Oggi è il compleanno di un mio carissimo amico. E’ una persona che stimo molto e con lui ho condiviso l’esperienza di due pubblicazioni che restano nel mio cuore: Defrag e Basement. Eravamo avanti con i tempi e/o troppo poco commerciali? Non lo so. Però è stato un bel periodo. E allora ecco l’occasione per fare gli auguri a Francesco e tornare sulla Biennale Arte 2013. Il padiglione del Venezuela era dedicato interamente alla street art. Ma si può rinchiudere in una mostra l’arte urbana, si può portare in un museo la vita pulsante della strada?

2013-10-06 14.37.38

Informazioni su Marco Di Battista

Giornalista e musicologo. È l'autore di Max 5000 e Il buio e la meridiana, due raccolte di racconti disponibili solo in formato elettronico su Amazon e iBook Store Apple. E' anche un fotografo scarso ma appassionato. La musica è la sua vita ma ama anche il design (è stato direttore di Defrag), la lettura, l'arte, il teatro, viaggiare ecc. ecc. He is journalist and musicologist. He is the author of Max 5000, ten short stories published in epub format on Amazon and iBook Store Apple. He published also Il buio e la meridiana, only in italian language. He is also a a poor photographer but passionate. Music is his life but he loves also design (he was editor in chief of Defrag Magazine), he loves to read, art in general, theatre, to travel, etc etc
Immagine | Questa voce è stata pubblicata in Arte e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Street art or not?

  1. Francesco ha detto:

    L’arte di strada nasce, vive e muore in strada. Ci sono però le dovute eccezioni e ulteriori quesiti. Con Defrag abbiamo approfondito il tema proprio con gli artisti interessati, esplorando la vera natura della “street art”.
    Ma in una delle mie innumerevoli ricerche l’artista/designer Maciej Ratajski ha catturato il mio interesse con un’opera che porta il tuo quesito (arte urbana vs. museo) su di un livello successivo.

    Riporto qui di seguito il link:
    http://melazcosmo.tumblr.com/post/23206533190

    Personalmente lo trovo fantastico e di grande ispirazione.

    • Marco Di Battista ha detto:

      Conoscevo la piccola provocazione di Ratajski, anche se non ricordo mail suo nome. Secondo me la bellezza della Biennale Arte (come quelle di musica, teatro ecc) è negli interrogativi che suscita. Ciascuno dovrebbe andare a casa pieno di creatività, di pensieri sull’arte, di voglia di fare ed essere. Detto ciò, l’edizione 2013 non è una delle più interessanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...