Gesualdo Project

Roma. E’ iniziato nel migliore dei modi il Gesualdo Project. L’iniziativa della IUC-Istituzione Universitaria dei Concerti coinvolge, tra gli altri, la Radio Vaticana e di conseguenza il sottoscritto. Dopo la presentazione di lunedì 14 presso il foyer del Teatro Valle del libro Madrigale senza suono di Andrea Tarabbia (alla presenza dell’autore), martedì 15 abbiamo ascoltato Les Arts Florissants nel Terzo libro di Madrigali e un estratto dai primi due libri. Il concerto inaugurava la nuova stagione di concerti della Iuc. La sala gremita e il parere di molti miei colleghi ne hanno sancito il successo. Non voglio qui tessere le lodi di una iniziativa di cui faccio parte. Vorrei soltanto invitare tutti i compulsivi da internet/social a dedicare questo fine settimana a Gesualdo e alla sua musica. Buon ascolto e, come dicono alcuni, Stay Tuned

Il Pantheon e la serie B

Se si entra nel Pantheon, volgendosi a sinistra si può ammirare la tomba di Arcangelo Corelli, una delle figure più importanti del barocco musicale. Non sto qui a dire la storia di questo grande compositore. Racconto piuttosto la vergogna di come è trattato nel Pantheon: nessuna indicazione (per chi non lo sa è davvero difficile trovare la lapide) e in più una macchina per pulire per terra davanti. Chi può fare qualcosa? Chi può ridare dignità a questo musicista e di conseguenza alla musica?