Un capolavoro

Alla Casa da Musica di Porto dal 25 al 28 aprile si è svolto il Festival Musica & Revolucao, Musica e Rivoluzione. Il brano Hymnos di Giacinto Scelsi, da solo, bastava a giustificare il viaggio. Scritto nel 1963, il brano ha un’organo al centro insieme con le percussioni e due orchestre separate ai lati del palco. E’ incredibile che ancora una volta si debba andare all’estero per ascoltare capolavori di casa nostra. Scelsi sinfonico potrebbe essere il trait d’union tra musica d’oggi e grande pubblico, ma viene costantemente ignorato dalle grandi istituzioni italiane. Perché? Ciascuno degli addetti ai lavori che mi leggono si dia una risposta. Complimenti alla Casa da Musica di Porto e al Direttore artistico Antonio Jorge Pacheco e a tutto lo staff.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.