Archeomusic

Archeomusic: bad title for a good photo, isn’t it? Once upon a time we had a piano. Now we have just a tale

Annunci

Walls of Venice

Walls of Venice is a little gallery. Is there life in that town or is it a huge stage for tourists?

Louise et Chloé

Louise et Chloé. Certains reconnaîtront la Promenade des Anglais à Nice, d’autres y trouveront une grande tendresse…

Mapplethorpe, again

Ricordo che alla Galleria Corsini c’è ancora la mostra Mapplethorpe. L’obiettivo sensibile. Fino al 30 giugno, ma non si sa mai. Per ricordarlo, una foto scattata all’inaugurazione: Mapplethorpe Bis

Unseen

Si intitola Unseen / Non visti la mostra che il Museo di Roma in Trastevere propone fino al 26 maggio. Come è scritto sulla presentazione,  Quattro fotografi, Jutta Benzenberg (Germania), Andrei Liankevich (Bielorussia), Livio Senigalliesi(Italia) e Mila Teshaieva (Ucraina), sono andati nelle zone rurali e nei piccoli centri dell’Albania, nella vasta palude della Polesia in Bielorussia, nella Sassonia-Anhalt nell’ex Germania dell’Est e nell’area carbonifera italiana del Sulcis in Sardegna e ne hanno raccontato il nucleo più interno e vulnerabile, quello familiare. L’esposizione, curata da Gabi Scardi, ideata e prodotta dal Goethe-Institut con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura, sarà a Minsk nel mese di settembre e, subito dopo, a Tirana. A inizio 2020, ultima tappa a Halle presso la Kunststiftung des Sachsen-Anhalts (Fondazione per l’arte della Sassonia-Anhalt). La cosa più bella è che questa Europa nascosta e questa gente dimenticata dai media e dai social ci fa sentire più europei, ci avvicina alle nostre radici comuni. Ecco un paio di scatti che ho fatto all’inaugurazione